|  Sicurezza sul lavoro   |  Documento valutazione rischi

Documento valutazione rischi

Il documento di valutazione dei rischi (DVR) è una relazione che, partendo dalla ricerca dei pericoli presenti in azienda, permette di analizzare e quantificare i rischi in modo tale da programmare un preciso piano di prevenzione e protezione con l’obiettivo di eliminare, o quantomeno ridurre, la probabilità che un determinato pericolo possa manifestarsi in un danno.

Cos’è in pratica la valutazione dei rischi?
Se nel linguaggio comune, termini come pericolo e rischio sono considerati praticamente sinonimi, in ambito Sicurezza sul Lavoro non lo sono affatto.
Esempio pratico: Un addetto utilizza il coltello per tagliare la carne.
Il pericolo (proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni) è la lama affilata che ha il potenziale di causare un taglio.
Il rischio (probabilità di raggiungimento del livello potenziale di danno nelle condizioni di impiego o di esposizione ad un determinato fattore o agente oppure alla loro combinazione) è la probabilità che l’addetto si infligga un taglio profondo alla mano che tiene la carne, tanto da ridurre notevolmente le sue capacità lavorative future.
L’addetto deve utilizzare obbligatoriamente il coltello per tagliare la carne, non può farne a meno. Il pericolo è pertanto ineliminabile. A questo punto, quello che è possibile fare è ridurre la probabilità che quel determinato pericolo possa manifestarsi in un danno, cioè ridurre il rischio.

A seguito della valutazione dei rischi, infatti, viene attuato un preciso piano di prevenzione e protezione (nel caso di quest’esempio, utilizzo di coltello con impugnatura ergonomica, formazione del lavoratore, fornitura di dispositivi di protezione individuali tipo guanti antitaglio ecc.) con l’obiettivo di eliminare o quantomeno ridurre il più possibile, le probabilità di situazioni rischiose come quella sopra descritta.

Redigere il DVR è obbligatorio?
Redigere il DVR è obbligatorio per tutte le aziende che hanno almeno 1 dipendente o collaboratore (soci lavoratori, tirocinanti, lavoratori con contratti temporanei ecc.). Il documento va redatto entro 90 giorni dall’avvio dell’attività o quando un lavoratore entra in forza a un’impresa già avviata in cui fino ad allora non ne sussisteva l’obbligo.
NON è obbligatorio redigere il DVR per i lavoratori autonomi e le imprese familiari.
È importante ricordare che la mancata o incompleta elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi può comportare l’arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da € 2500 a € 6400.

Chi deve redigere il DVR?
Uno degli obblighi non delegabili del Datore di Lavoro è appunto la valutazione dei rischi in azienda con successiva elaborazione del DVR (art.17 D.Lgs. 81/08). Il Datore di Lavoro per la stesura del DVR può decidere di rivolgersi ad un tecnico specializzato nel campo della sicurezza sul lavoro per una consulenza mirata.
Insieme al datore di lavoro vi sono anche altre figure professionali che, a seconda dei casi previsti dalla legge, sono coinvolte nella redazione del DVR:

  1. Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) che affianca il datore in fase di valutazione dei rischi e contribuisce a pianificare le misure di protezione e prevenzione;
  2. Medico Competente (MC) che contribuisce a valutare i rischi specifici in relazione alla salute dei lavoratori e si occupa di predisporre il protocollo di sorveglianza sanitaria;
  3. Rappresentante dei Lavoratori (RLS) che viene consultato preventivamente sul contenuto della valutazione dei rischi e deve riceverne una copia per presa visione.

Ogni quanto va aggiornato il DVR?
Il DVR non ha scadenza. La valutazione dei rischi non è un’azione una tantum. Sono necessarie verifiche periodiche per assicurare che le misure preventive e protettive attuate siano costantemente adottate per garantire il mantenimento dello stato di sicurezza raggiunto e per individuare eventuali nuovi problemi sorti magari dall’evoluzione dell’attività oppure da un infortunio grave o “quasi incidente” che fortunatamente non si è concretizzato.

Scopri tutti i nostri servizi in ambito di sicurezza sul lavoro e richiedi un preventivo gratuito per l’assistenza alla redazione del tuo DVR aziendale.

Scrivi un commento:

forseco.

VIia Danuvio 15 59100 Prato
0574 155 7407
[email protected]